Un disegno di legge al Senato ed uno alla Camera. Ambedue puntano alla formazione di un "registro". Una norma impedirà il cosiddetto "revolving doors", il passaggio da un incarico pubblico di legislatore o regolatore al lavoro per un gruppo privato su cui si è legiferato

L’Italia prova (ancora) a regolare le sue lobby

print mail facebook twitter single-g-share

Un disegno di legge al Senato ed uno alla Camera. Ambedue puntano alla formazione di un “registro”. Una norma impedirà il cosiddetto “revolving doors”, il passaggio da un incarico pubblico di legislatore o regolatore al lavoro per un gruppo privato su cui si è legiferato

LASCIA UN TUO COMMENTO