I nuovi criteri terranno conto di qualità, considerazioni ambientali, aspetti sociali e innovativi. Si incentiverà poi lo 'spacchettamento' dei lotti per favorire la partecipazione delle Pmi alle gare

Nuove regole Ue sugli appalti pubblici, basta al “massimo ribasso”

print mail facebook twitter single-g-share

I nuovi criteri terranno conto di qualità, considerazioni ambientali, aspetti sociali e innovativi. Si incentiverà poi lo ‘spacchettamento’ dei lotti per favorire la partecipazione delle Pmi alle gare

LASCIA UN TUO COMMENTO