L’Ue attiva ponte aereo per evacuare lavoratori da zone dell’Africa colpite da ebola

print mail facebook twitter single-g-share

Il collegamento, attivo da oggi, da un lato consegnerà beni di prima neccesità a Liberia, Guinea e Sierra Leone e dall’altro servirà a riportare in Europa personale internazionale colpito dal virus. Ma negli Stati membri si accende il dibattito: quando rimpatriare qualcuno? Quando è già malato?

ARTICOLI CORRELATI

    TUTTI i post di: Lena Pavese

    Visualizza altri post
    LOADING
    LASCIA UN TUO COMMENTO