Il 2,8% delle esportazioni italiane sono frutto della corruzione

print mail facebook twitter single-g-share

Il rapporto annuale dell’Ong Trasparency International piazza l’Italia tra i Paesi in cui c’è una “moderata applicazione” delle norme anti-corruzione della Convenzione Ocse: “Si può fare di più. Bisogna rafforzare la protezione legale per chi denuncia i casi, e creare banche dati pubbliche sui procedimenti passati ed in corso”

ARTICOLI CORRELATI

    TUTTI i post di: Giuseppe Vargas

    Visualizza altri post
    LOADING
    LASCIA UN TUO COMMENTO