Booking.com nel mirino della Commissione Ue, indagini per concorrenza sleale

print mail facebook twitter single-g-share

Uno dei più grossi intermediari online del settore prenotazioni è finito nel mirino di Bruxelles e delle autorità italiane per sospetta violazione delle norme sulla concorrenza. Obbligherebbe gli hotel partner a offrire prezzi migliori rispetto agli altri canali di vendita

ARTICOLI CORRELATI

    TUTTI i post di: Giuseppe Vargas

    Visualizza altri post
    LOADING
    LASCIA UN TUO COMMENTO