Corruzione in Macedonia, il gruppo S&D richiede l’apertura di un’indagine indipendente

print mail facebook twitter single-g-share

Spionaggio e minacce violente a funzionari governativi sono le accuse rivolte dal Primo ministro macedone al leader dell’opposizione Zaev, una situazione preoccupante per i socialisti europei che sembra far emergere ancora una volta “la giustizia selettiva del Paese”

TUTTI i post di: Daria Delnevo

Visualizza altri post
LOADING
LASCIA UN TUO COMMENTO