Le conclusioni che Atene voleva firmare e quelle rifiutate perché “inaccettabili”

print mail facebook twitter single-g-share

Confronto tra i due testi su cui si è incagliato il secondo Eurogruppo sul debito greco. Quello che il ministro ellenico Varoufakis era disposto a firmare “all’istante” ma che è sparito dal tavolo, e quello invece imposto come unico possibile da Dijsselbloem e ritenuto invece “inaccettabile” da Atene

LASCIA UN TUO COMMENTO