Pier Carlo Padoan

L’Ue promuove l’Italia: nel 2016 più crescita, ma conti a rischio per il 2015

print mail facebook twitter single-g-share

Le previsioni economiche della Commissione europea premiano i nostri sforzi (+1,4% del Pil nel 2016 e debito al 130,6%), ma ci sono timori per l’anno in corso. Le incertezze delle stime (0,6% di Pil e rapporto deficit/Pil al 2,6%) “sono legate a possibili misure espansive supplementari annunciate nel programma di stabilità 2015, ma non ancora specificate”

TUTTI i post di: Emanuele Bonini

Visualizza altri post
LOADING
LASCIA UN TUO COMMENTO