Viaggio nel ‘silenzioso’ e impaurito fronte del SÌ ad Atene REPORTAGE

print mail facebook twitter single-g-share

La parte ricca della città è favorevole all’accordo, la differenza di classe è il primo spartiacque tra i due fronti. Ma la questione non è così semplice, come dimostra Marina, 32enne elettrice di Syriza, che guadagna 300 euro al mese e voterà NAI: “Non è questo il cambiamento che chiedevo a Tsipras”

LASCIA UN TUO COMMENTO