I calciatori chiedono all’Ue una seconda rivoluzione dopo il caso Bosman

print mail facebook twitter single-g-share

Il sindacato mondiale dei professionisti si è rivolto all’esecutivo comunitario per ridisegnare il sistema dei trasferimenti, abolire i prestiti di giocatori tra le squadre e imporre un tetto alle rose e alle percentuali dei procuratori

TUTTI i post di: Edoardo Dalmonte

Visualizza altri post
LOADING
LASCIA UN TUO COMMENTO