pmi, feis

Un miliardo di euro dall’Europa a sostegno delle PMI italiane

print mail facebook twitter single-g-share

Firmati oggi, alla presenza del Ministro dell’Economia e delle finanze Pier Carlo Padoan, due accordi di garanzia

Roma – Fondo europeo per gli investimenti (FEI, gruppo BEI), Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e SACE (gruppo CDP) hanno firmato oggi, alla presenza del Ministro dell’Economia e delle finanze Pier Carlo Padoan, due accordi di garanzia InnovFin e COSME per fornire 1 miliardo di euro a sostegno delle PMI italiane.

L’accordo InnovFin consentirà al gruppo CDP di fornire nei prossimi 2 anni garanzie sui prestiti bancari a imprese innovative, con il sostegno di una controgaranzia fornita dal FEI a valere sugli stanziamenti per Orizzonte 2020, il programma quadro dell’UE per la ricerca e l’innovazione. Questa operazione dovrebbe generare un portafoglio di prestiti fino a 600 milioni di EUR a favore di oltre 300 imprese nei prossimi 2 anni.

L’accordo COSME fornirà a CDP e SACE una controgaranzia che consentirà al gruppo di aumentare i volumi garantiti, sostenendo le PMI scarsamente servite in Italia dal punto di vista finanziario. L’operazione dovrebbe generare un portafoglio di prestiti fino a 400 milioni di euro per oltre 500 imprese.

Dario Scannapieco, Presidente del consiglio di amministrazione del FEI e Vicepresidente della BEI, ha così commentato la firma degli accordi: “Con queste due operazioni il piano di investimenti per l’Europa – il piano Juncker – passa all’azione dando pieno sostegno alle PMI italiane. Sono lieto di constatare che la proficua collaborazione con CDP si estende ora al piano di investimenti per l’Europa a favore di oltre 800 PMI italiane”.

Commentando l’operazione, il direttore esecutivo del FEI, Pier Luigi Gilibert, ha dichiarato: “Sono lieto di firmare questi accordi di garanzia InnovFin e COSME in Italia, combinando due programmi di punta dell’UE che beneficeranno del sostegno della garanzia del FEIS. Ritengo che questi nuovi accordi possano integrare efficacemente le attività di CDP e SACE a vantaggio di un numero molto maggiore di PMI in Italia. Questa è un’altra pietra miliare nella nostra cooperazione con CDP e SACE”.

Jyrki Katainen, Vicepresidente della Commissione europea e responsabile per l’Occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività, ha dichiarato: “I due accordi firmati oggi nel quadro dell’EFSI avranno un impatto reale sulle piccole imprese, la spina dorsale dell’economia italiana. Con 1 miliardo di euro di garanzie UE per i prestiti, l’Italia sente già gli effetti positivi del piano di investimenti per l’Europa. E con sei progetti infrastrutturali italiani già approvati dalla BEI per i finanziamenti FEIS, il piano di investimenti in Italia ha avuto un inizio decisamente brillante”.

Fabio Gallia, direttore esecutivo di CDP, ha così commentato l’operazione: “Combinando questi due meccanismi di ripartizione del rischio nel nuovo prodotto “2i per l’Impresa – Innovazione&Internazionalizzazione”  per le PMI e le piccole mid-cap italiane, il gruppo conferma il suo sostegno alle imprese italiane per l’accesso al credito, facendo leva sulle risorse del FEIS. Crediamo che questo accordo CDP-SACE-FEI  produrrà in futuro risultati tangibili, potenziando l’impegno di CDP a promuovere la crescita delle imprese italiane grazie all’innovazione e all’internazionalizzazione”.

Il presidente di SACE, Giovanni Castellaneta, ha dichiarato: “Con questa iniziativa confermiamo il nostro sostegno alla capacità di innovazione e alla competitività internazionale delle PMI italiane, migliorando il loro accesso ai finanziamenti. L’investimento in ricerca e sviluppo è un motore essenziale della nostra futura crescita industriale e della creazione di posti di lavoro”.

Questi accordi danno vita alla prima operazione congiunta InnovFin e COSME attuata con il sostegno del FEIS in Italia, e rispecchiano l’impegno del gruppo BEI nei confronti delle richieste degli Stati membri, della Commissione europea e del Parlamento europeo di avviare rapidamente iniziative concrete nell’ambito del FEIS, accelerando le operazioni di prestito e di garanzia in grado di stimolare la crescita e l’occupazione nell’UE.

 

TUTTI i post di: Perla Ressese

Visualizza altri post
LOADING
LASCIA UN TUO COMMENTO