La Polonia dice sì all’euro “ma non finché richiede austerità e rigore”

print mail facebook twitter single-g-share

L’ambasciatore polacco in Italia parla con Eunews del nuovo corso “eurorealista” di Varsavia: dalla svolta autoritaria alle politiche per l’immigrazione, passando per la crisi di Schengen e i rapporti tra l’Ue e Mosca

LASCIA UN TUO COMMENTO