Nell’Ue quasi 16mila vittime della tratta di esseri umani tra il 2013 e il 2014

print mail facebook twitter single-g-share

Il numero però potrebbe essere molto più alto. La maggior parte delle vittime sono donne, destinate soprattutto allo sfruttamento sessuale, e il 65% proviene da Paesi Ue, principalmente Romania, Bulgaria, Paesi Bassi, Ungheria e Polonia. Tantissimi i bambini

LASCIA UN TUO COMMENTO