Terrorismo, il piano sicurezza di Alfano e i tentennamenti sul reato di tortura

print mail facebook twitter single-g-share

Il ministro degli Interni parla di poliziotti armati anche fuori servizio, di controllo delle moschee e “Daspo” per bandire i criminali dalle città. Da Palazzo Chigi l’idea di una commissione sulla radicalizzazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN TUO COMMENTO