polizia belga

Human Rights Watch: abusi della polizia belga nelle azioni antiterrorismo

print mail facebook twitter single-g-share

Dagli insulti come “sporco arabo” o “sporco terrorista”, all’uso di azioni violente e improvvise per fermarli e arrestarli, al ricorso eccessivo all’isolamento nelle carceri: è quello che emerge dalle testimonianze di alcuni cittadini sospettati o fermati con l’accusa di essere legati all’Isis. Il governo federale parla di “casi isolati”

TUTTI i post di: Lisa D'Ignazio

Visualizza altri post
LOADING
LASCIA UN TUO COMMENTO