minerali insanguinati

Approvato l’accordo Ue per fermare i “minerali insanguinati”

print mail facebook twitter single-g-share

Controlli più stringenti sulle imprese che importano stagno, tantalio, tungsteno e oro per assicurarsi che non provengano da zone di conflitto. Critica Amnesty: “Primo passo, vale solo per le importazioni di materia grezza”

TUTTI i post di: Martina Di Marco

Visualizza altri post
LOADING
LASCIA UN TUO COMMENTO