Asse tra Paesi dell’Est Europa e Italia contro la riforma di Dublino

print mail facebook twitter single-g-share

Al vertice Ue a Lussemburgo il ministro dell’interno austriaco Herbert Kickl ha detto che si sentirà a telefono con Matteo Salvini e il segretario di stato tedesco Stephan Mayer ha definito i termini attuali della proposta di riforma di Dublino come inaccettabile. Grecia, Malta e Cipro lasciano la porta aperta al negoziato

TUTTI i post di: Giulio Colazzo

Visualizza altri post
LOADING
LASCIA UN TUO COMMENTO