Rassegna Stampa

Prodi: “Dal caos greco al voto anti-Ue, Europa a rischio disgregazione”

Di Aldo Cazzullo “È un lunedì nero per l’Europa”. Romano Prodi, si riferisce al precipitare della crisi greca? “Mi riferisco alla Grecia, e non solo. In Spagna crollano i partiti. Francia e Inghilterra si sono chiamate fuori dall’accordo sugli immigrati. Ma la notizia peggiore è il voto polacco”. Ha vinto il candidato antieuropeo: Andrzej Duda. […]

Di Aldo Cazzullo

“È un lunedì nero per l’Europa”.
Romano Prodi, si riferisce al precipitare della crisi greca?
“Mi riferisco alla Grecia, e non solo. In Spagna crollano i partiti. Francia e Inghilterra si sono chiamate fuori dall’accordo sugli immigrati. Ma la notizia peggiore è il voto polacco”.

Ha vinto il candidato antieuropeo: Andrzej Duda.
“Un voto straordinario: in negativo, s’intende. Nei sondaggi Duda era testa a testa con il candidato di Tusk, Bronislaw Komorowsky. Invece ha vinto a valanga, grazie ai voti della Polonia rurale. E questo è un segno inquietante. La Polonia è il Paese che ha performato meglio in questi anni, che ha ricevuto più aiuti dall’Europa. È la sesta economia dell’Unione. Ne esprime il presidente, Donald Tusk. Ma l’uomo di Tusk ha perso. E ha vinto l’uomo di Kaczynski. Con una linea portatrice di tensioni, perché fortemente antieuropea. Antitedesca. E antirussa”.

Leggi il resto dell’intervista sul Corriere della Sera