Ecco perché Marina Silva può vincere le elezioni in Brasile

print mail facebook twitter single-g-share

“Dilma! Sappi che io non ho intenzione di combattere con le tue armi. Voglio combattere con la nostra verità. Con il nostro rispetto. E con le nostre proposte. Abbiamo intenzione di mantenere la Bolsa Família. Sai perché? Perché sono nato nel Seringal Bagaço, e so cosa vuol dire fare la fame. Tutto ciò che mia […]

“Dilma! Sappi che io non ho intenzione di combattere con le tue armi. Voglio combattere con la nostra verità. Con il nostro rispetto. E con le nostre proposte.

Abbiamo intenzione di mantenere la Bolsa Família. Sai perché? Perché sono nato nel Seringal Bagaço, e so cosa vuol dire fare la fame.

Tutto ciò che mia madre aveva per nutrire otto figli era un uovo e un po’ di farina e sale, e un po’ di cipolla tritata. Ricordo che guardavo mio padre e mia madre e gli chiedevo: Non mangiate? E mia madre rispondeva… mia madre rispondeva: Non abbiamo fame. Ero una bambina, gli credevo. Ma poi ho capito che per ancora un altro giorno non avevano niente da mangiare.

Chi ha vissuto questo non fermerò mai la Bolsa Familia.

Questo non è un discorso. È una vita”.

Bolsa Familia è il programma di sostegno ai brasiliani più poveri che riguarda circa 30 milioni di persone, sui 140 milioni di elettori. Dilma Roussef, la presidente in carica che ha alanciato il programma, attacca ora i suoi competito dicendo che vorrebbero por fine al progetto. Questa à la risposta della sua avversaria più accreditata, diventata candidata solo dopo la morte in un incidente aereo del candidato socialista Eduardo Campos.