Intesa mancata tra i governi UE sul bando al petrolio russo. I ministri degli Esteri non superano il veto di Orbán
Economia

Intesa mancata tra i governi UE sul bando al petrolio russo. I ministri degli Esteri non superano il veto di Orbán

Dopo ore di confronto al Consiglio Esteri, il sesto pacchetto di sanzioni contro la Russia torna sul tavolo tecnico degli ambasciatori presso l'UE, che cercheranno nei prossimi giorni di superare il 'no' dell'Ungheria. Budapest porta a Bruxelles le sue preoccupazioni sul fare a meno delle forniture di petrolio importato dalla Russia, mentre il ministro degli Esteri ucraino esorta i governi UE all'unità contro il Cremlino
La Germania si opporrà all'etichetta 'verde' per il nucleare nella tassonomia europea
Economia

La Germania si opporrà all'etichetta 'verde' per il nucleare nella tassonomia europea

Il governo di Berlino formalizza l'intenzione di opporsi (già nell'aria da tempo) al secondo atto delegato del sistema di classificazione degli investimenti sostenibili dell'UE. Una bocciatura in sede di Consiglio è improbabile, nonostante il peso politico della Germania: serve una super maggioranza di 20 Stati su 27. Più verosimile che il documento non passi all'Eurocamera, dove i numeri sono più risicati
Michel in visita ufficiale a Hiroshima:
Cronaca
Le istituzioni dell'UE hanno trovato un accordo per la revisione della direttiva sulla sicurezza informatica
Digital

Le istituzioni dell'UE hanno trovato un accordo per la revisione della direttiva sulla sicurezza informatica

L'intesa provvisoria raggiunta tra i co-legislatori del Parlamento e del Consiglio dell'UE sulla nuova direttiva NIS2 stabilisce la base per le misure di gestione del rischio di cybersicurezza e gli obblighi di comunicazione nei settori critici: energia, trasporti, sanità e infrastrutture
Bruxelles apre i 'corridoi di solidarietà' per aiutare l'Ucraina a esportare grano e cereali nel mondo
Agricoltura

Bruxelles apre i 'corridoi di solidarietà' per aiutare l'Ucraina a esportare grano e cereali nel mondo

Obiettivo: almeno 20 milioni di tonnellate di cereali devono lasciare l'Ucraina in meno di 3 mesi, per questioni di sicurezza alimentare ma anche per far liberare a Kiev capacità di stoccaggio per il prossimo raccolto. Bruxelles cerca di aggirare il blocco dei porti sul Mar Nero, puntando su ferrovia e strade