Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Certificato Covid Recovery plan Elezioni Germania 2021 Coronavirus Brexit SmartEvent
Mali, cambia il capo della missione Ue di addestramento delle forze militari

Mali, cambia il capo della missione Ue di addestramento delle forze militari

Dall’1 agosto il francese Bruno Guibert rimpiazza l’attuale comandante, il francese Lecointre

Bruno Guibert
Bruno Guibert

Cambia il comandante della missione dell’Unione europea per l’addestramento della forze maliane (Eutm). Dall’1 agosto a guidare le operazioni sarà il brigadiere Bruno Guibert. Lo ha deciso il comitato politico e di sicurezza dell’Ue. Francese, cinquantuno anno, Guibert succede all’attuale capo missione, il generale François Lecointre (anche lui francese). La missione Eutm, lanciata a gennaio e diventata operativa agli inizi di aprile, ha mandato fino al maggio 2014. è seguita all’intervento militare francese che ha posto fine alla ribellione armata dei fondamentalisti islamici nel nord del Paese. Obiettivo di Eutm è fornire assistenza e sostegno per l’addestramento e la riorganizzazione delle forze armate maliane per garantire l’integrità territoriale del Paese. L’Italia contribuisce con una quindicina di esperti.

Articoli correlati:
Mali, è iniziata l’operazione di addestramento Ue
Sul Mali piovono 3,25 miliardi dai donatori internazionali. “Ora costruiamo la pace”
L’Europa accelera l’intervento “non combattente” in Mali

ARTICOLI CORRELATI

🗓️  Assemblea generale dell'ONU, esame del pacchetto
Agenda europea

🗓️ Assemblea generale dell'ONU, esame del pacchetto "Fit for 55", gestione della pandemia, elezioni tedesche. L'agenda europea (20-24 settembre)

L'Europa 'trasloca' a New York, per l'Assemblea generale dell'ONU. L'esecutivo comunitario vedrà molti suoi membri a New York, per discutere a livello mondiale di clima, Yemen, crisi umanitarie, diritti dell'infanzia, approfittando della sessione di lavori al Palazzo di Vetro. Il collegio discute le regole comuni per i reduci e un sistema che garantisca vantaggi commerciali ai paesi in via di sviluppo. Per il Parlamento europeo è 'settimana verde', quella che non prevede attività istituzionale di commissioni ma lavoro nei rispettivi collegi elettorali e missioni all'estero. In Consiglio si ritrovano i ministri degli Affari europei per fare il punto della situazione sulla crisi sanitaria e il coordinamento della risposta alla pandemia. Ma è tempo per i ministri di Energia e Trasporti di iniziare a valutare le proposte di sostenibilità e futuro eco-compatibile racchiuse nel più ampio pacchetto "Fit for 55". Ma le attenzioni sono tutte per le elezioni in Germania. Si chiude l'era Merkel, con i cittadini chiamati a rinnovare il Bundestag e indicare chi sarà il nuovo cancelliere. Un voto che può ridisegnare gli equilibri politici dell'UE.