HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Qatargate Coronavirus Fit for 55 Energia Hge Agrifood Salute
Pistoia capitale italiana della cultura 2017, con gli occhi all'Europa

Pistoia capitale italiana della cultura 2017, con gli occhi all'Europa

Al Parlamento europeo di Bruxelles una tavola rotonda per celebrare il passaggio di consegne con Mantova

Bruxelles – L’Europa “dei burocrati” tiene anche alla cultura e alle realtà locali. Così al Parlamento europeo c’è stato spazio per la celebrazione di Pistoia come capitale italiana della cultura per il 2017. L’evento è stato organizzato a Bruxelles dalla vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni, insieme all’onorevole Silvia Costa (S&D), a Toscana Promozione, al Comitato Promotore di Pistoia Capitale, all’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles e all’Enit. “Con il titolo di capitale della cultura viene premiata la progettazione integrata e partecipata come leva necessaria delle politiche pubbliche in campo culturale. Proprio su questo approccio si giocherà lo sviluppo a base culturale dei nostri sistemi locali”, ha detto Barni in apertura della tavola rotonda intitolata “Capitali della cultura, sinergie tra politiche locali, nazionali ed europee come stimolo per la crescita e lo sviluppo”.

Erano presenti all’appuntamento al Parlamento rappresentanti locali (italiani e non) e funzionari europei, tra questi il commissario alla cultura Tibor Navracsics, , il vicepresidente del Consiglio della città di Birmingham e presidente del Forum della cultura di Eurocities, Ian Ward, il sindaco di Pistoia Samuele Bertinelli, il sindaco di Mantova Matteo Palazzi, il vice sindaco e assessore alla cultura di Mons, Savine Eron e il sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri. A Bruxelles, Bertinelli ha sottolineato l’importanza della cultura come valore fondante dell’Italia e dell’Europa, laddove “nel riconoscimento per tutti del diritto all’accesso al sapere e all’educazione, come veicoli di emancipazione personale e collettiva, possiamo trovare i tratti essenziali della nostra identità di cittadini italiani ed europei”.

I prossimi mesi a Pistoia si annunciano ricchi di eventi. Si comincia ad aprile con la quinta edizione di Leggere la città, che quest’anno sarà aperta dell’antropologo Marc Augé. Più tardi, il Festival del Maggio Musicale Fiorentino si trasferisce a Pistoia, con una rappresentazione dell’Idomeneo di Mozart. In estate spazio alla musica dal vivo, con la 38^ edizione di Pistoia Blues. Nel 2017 Pistoia celebra la cultura italiana, con gli occhi all’Europa.  

Il prossimo anno la capitale italiana della Cultura sarà Palermo.