Il viaggio immaginario di Dante in un “vasel ch’a ogni vento per mare andasse”

print mail facebook twitter

Il poeta racconta di un viaggio immaginario che desidera intraprendere per mare con gli amici Guido e Lapo, “sì che fortuna od altro tempo rio” non gli “potesse dare impedimento”

ARTICOLI CORRELATI

    TUTTI i post di: Paola Tavola

    Visualizza altri post
    LOADING
    LASCIA UN TUO COMMENTO