Il viaggio immaginario di Dante in un “vasel ch’a ogni vento per mare andasse”

print mail facebook twitter single-g-share

Il poeta racconta di un viaggio immaginario che desidera intraprendere per mare con gli amici Guido e Lapo, “sì che fortuna od altro tempo rio” non gli “potesse dare impedimento”

ARTICOLI CORRELATI

    TUTTI i post di: Paola Tavola

    Visualizza altri post
    LOADING
    LASCIA UN TUO COMMENTO