Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / HGE8 Certificato Covid Recovery plan Elezioni Germania 2021 Coronavirus Brexit SmartEvent
Olanda, ecco il primo ponte costruito con una stampante 3D
Il primo ponte realizzato in 3D è lungo 8 metri e collega due lati di un parco passando sopra un ruscello

Olanda, ecco il primo ponte costruito con una stampante 3D

Bruxelles – In Olanda è stato realizzato il primo ponte al mondo stampato in 3D. Pensato e realizzato per le sole biciclette, in realtà potrebbe sopportare il peso di ben 40 camion.

Il ponte è stato costruito nella cittadina di Gemert, nel sudest del Paese e per il completamento dell’opera, lunga 8 metri,  sono stati necessari tre mesi. Le stampanti 3D hanno cominciato a produrre i blocchi di cemento spessi un centimetro a giugno ed hanno terminato il lavoro a settembre.

A produrre il rivoluzionario ponte è stata l’Università tecnologica di Eindhoven e la BAM Infra di Eindhoven. il ponte collega due tratti di un percorso ciclabile separati da un piccolo ruscello. La struttura è stata realizzata in cemento e secondo quanto rilevato dall’impresa BAM Infra la stampa 3D ha permesso di evitare gli sprechi di materiale tipici delle costruzioni tradizionali.

Ucraina, UE può sopravvivere all'inverno in caso di tagli del gas russo. Bruxelles e Washington:
Cronaca

Ucraina, UE può sopravvivere all'inverno in caso di tagli del gas russo. Bruxelles e Washington: "Al lavoro per evitare shock di approvvigionamento"

Attualmente le riserve sono al 42 per cento delle capacità, rileva Bruegel. Le preoccupazioni non riguardano il breve periodo. Nota congiunta USA-UE: "Obiettivo forniture continue anche in caso di un'ulteriore invasione russa dell'Ucraina". Kadri Simson in missione in Azerbaijan il 4 febbraio e negli Stati Uniti il 7 febbraio.
La metà degli adulti europei ha ricevuto la dose di richiamo, ma il divario immunitario in UE resta un problema
Cronaca

La metà degli adulti europei ha ricevuto la dose di richiamo, ma il divario immunitario in UE resta un problema

Ultimo traguardo dell'UE nella corsa alla vaccinazione. "Questo è positivo, ma dobbiamo fare di più", ammette la presidente della Commissione Europea von der Leyen, esortando "tutti quelli che possono" a "vaccinarsi e avere una dose di richiamo" per contrastare la diffusione di Omicron. Romania e Bulgaria non raggiungono il 50 per cento della loro popolazione vaccinata con doppia dose