Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina NATO Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Italia penultima in Europa per laureati under 35, ma quarta per abbandono degli studi

Italia penultima in Europa per laureati under 35, ma quarta per abbandono degli studi

I dati Eurostat non scattano una bella fotografia del sistema Paese, che non tiene il passo dei partner Ue

Bruxelles – L’Italia? Non è un Paese per laureati. Secondo i dati Eurostat agli italiani di età compresa tra i 30 e i 34 anni spetta il non proprio magnifico primato di penultimi in Europa per completamento degli studi di istruzione terziaria, l’università appunto. In Italia solo il 26,9% degli under 35 (per capirci: uno studente universitario su quattro o poco più) possiede una laurea o un titolo di studio equivalente. Solo in Romania le cose vanno peggio (26,3%).

L’Italia dunque è lontana dalla media comunitaria per laureati under 35 (40%) ma soprattutto lontanissima dai partner europei virtuosi, dove la particolare categoria di studenti con titolo di studio conseguito sfiora anche il 60% della fascia di popolazione presa in esame (Lituania, Cipro e Irlanda).

Se l’Italia è agli ultimi posti per lauree conseguita tra i 30 e i 34 anni, è invece ai primi posti in Europa per abbandono degli studi o interruzione della formazione dei giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni. L’indice tricolore è del 14%, il quarto più alto dell’Ue dopo quelli di Malta (18,6%), Spagna (18,3%) e Romania (18,1%).