Consultazioni, Di Maio fa un passo indietro ma Berlusconi no, si avvicinano le elezioni

print mail facebook twitter

Il leader M5s pronto a rinunciare al ruolo di premier per far partire un esecutivo con la Lega, ma Berlusconi non si fa da parte e Salvini non compie lo strappo. Il quirinale valuta anche il voto a luglio

LASCIA UN TUO COMMENTO