Aiutare i giovani rifugiati anche dopo i 18 anni, lo raccomanda il Consiglio d’Europa

print mail facebook twitter single-g-share

Per sostenerli nel percorso di inclusione e tenerli lontano dal radicalismo. Da un giorno all’altro perdono tanti diritti che spettano ai minori, ma spesso questi giovani adulti ancora non sono in grado di camminare da soli

LASCIA UN TUO COMMENTO