Nell’UE aumentano consumatori di crack e cocaina. Italia tra i principali mercati

print mail facebook twitter single-g-share

Il rapporto 2019 dell’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (EMCDDA) conferma che il problema rimane, e si fa più difficile da contrastare

TUTTI i post di: Emanuele Bonini

Visualizza altri post
LOADING
LASCIA UN TUO COMMENTO