Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Certificato Covid Recovery plan Elezioni Germania 2021 Coronavirus Brexit SmartEvent
Breton ammonisce i governi: le App per il tracciamento sono
Thierry Breton, commissario europeo per il Mercato interno

Breton ammonisce i governi: le App per il tracciamento sono "sicure", ma serve un approccio coordinato

Bruxelles – Il digitale gioca un ruolo strategico nella lotta al Covid-19 e sicuramente sarà un asset fondamentale anche nella ripresa post-pandemia. “Gli strumenti a nostra disposizione, soprattutto le app per il tracciamento dei dati e dei contatti, consentiranno all’UE di essere avvisata di possibili contagi in modo sicuro e protetto, ovunque e con qualunque dispositivo”. Lo ha ricordato Thierry Breton ai ministri delle telecomunicazioni, riuniti in videoconferenza per discutere di applicazioni mobili e dati per combattere la crisi pandemica in atto.

Il commissario europeo responsabile per il Mercato interno e l’Industria ha sottolineato la necessità di un approccio coordinato dell’UE sulla ricerca di contatti e sui vari strumenti di tracciamento che possono giocare un ruolo importante per il monitoraggio e contrasto della pandemia. “Questa pandemia non conosce confini o nazionalità. La sua rapida diffusione può essere fermata solo se agiamo insieme, con urgenza, audacia, responsabilità, ma soprattutto in uno spirito di grande solidarietà”.

Oleg Butković, ministro croato per i trasporti e le infrastrutture, presiede il Consiglio Telecomunicazioni del 5 maggio 2020

Dello stesso avviso anche i rappresentanti dei paesi membri, secondo cui il ricorso alle applicazioni software può essere fondamentale per il graduale allentamento delle restrizioni imposte a livello nazionale, compresa la riapertura delle frontiere. Gli omologhi europei, fa sapere Oleg Butković, ministro croato per i trasporti e le infrastrutture che ha presieduto la riunione, hanno convenuto che un approccio comune europeo è fondamentale anche per garantire il rispetto di privacy e dati personali. “La maggior parte dei ministri –  spiega il croato – ritiene che dobbiamo assicurare la fiducia dei cittadini e l’accettazione di tali applicazioni garantendo la corretta protezione dei dati e della privacy, che a mio avviso è fondamentale”.

Nella riunione virtuale, si legge in una nota della presidenza croata, i ministri hanno discusso anche sulle misure per incentivare gli investimenti e destinarli allo sviluppo di nuove infrastrutture digitali a livello europeo.

ARTICOLI CORRELATI

Cittadini europei contro la sperimentazione animale per i cosmetici
Cronaca
IL CONTRIBUTO

Cittadini europei contro la sperimentazione animale per i cosmetici

Dal 2004 l’Unione ha proibito la sperimentazione animale per prodotti cosmetici. Recentemente però, l’Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche avrebbe chiesto di modificare la normativa per poter ottenere il via libera alla sperimentazione di ingredienti di uso cosmetico su animali come topi e conigli