HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Coronavirus, la Commissione mobilita 737 milioni di euro a sostegno di Calabria, Liguria ed Emilia-Romagna

Coronavirus, la Commissione mobilita 737 milioni di euro a sostegno di Calabria, Liguria ed Emilia-Romagna

Con la modifica di tre nuovi programmi operativi della Politica di coesione UE, i fondi saranno destinati principalmente al settore sanitario per rispondere alla pandemia Covid-19. "Quasi tutte le regioni italiane hanno approfittato della flessibilità offerta dai pacchetti CRII", ha commentato la commissaria Ferreira

Bruxelles – È stata approvata oggi (giovedì 26 novembre) dalla Commissione Europea la modifica di tre nuovi programmi operativi della Politica di coesione UE in Italia, che consentirà a Calabria, Liguria ed Emilia-Romagna di reindirizzare circa 737 milioni di euro di fondi a sostegno dei settori sanitario e socio-economici per rispondere alla pandemia di Coronavirus. Questa modifica è stata resa possibile grazie alla flessibilità del Coronavirus Response Investment Initiative (CRII) e del Coronavirus Response Investment Initiative Plus (CRII +), due pacchetti di misure della Commissione UE che consentono agli Stati membri di utilizzare i finanziamenti della Politica di coesione per sostenere i settori più esposti alle conseguenze della pandemia.

Nello specifico, l’emendamento al programma della Calabria mobilita 500 milioni di euro che andranno a rafforzare la capacità di risposta alla crisi del settore sanitario e a sostenere le piccole e medie imprese, promuovendo l’occupazione e l’apprendimento online. Rilevante il fatto che in questa modifica sia stato incluso anche l’aumento temporaneo al 100 per cento del tasso di cofinanziamento dell’Unione Europea per le azioni ammissibili: questo servirà ad aiutare la Regione Calabria a superare il problema di scarsità di liquidità nell’erogazione dei finanziamenti. Per quanto riguarda le altre due regioni, i 46,9 milioni reindirizzati alla Liguria rafforzeranno il sistema sanitario e sosterranno le piccole e medie imprese con contributi, capitale circolante e garanzie aggiuntive attraverso il Fondo nazionale di garanzia. L’emendamento del programma dell’Emilia Romagna, per 190 milioni di euro, migliorerà la risposta del settore sanitario, fornendo dispositivi di protezione personale, attrezzature mediche e una maggiore capacità di test.

“Sono molto lieta di vedere che quasi tutte le regioni italiane hanno approfittato della flessibilità della Politica di coesione per reindirizzare i fondi dove sono più necessari in questi tempi difficili”, ha spiegato la commissaria per la Coesione e le Riforme, Elisa Ferreira. “Queste modifiche aiuteranno in modo significativo l’Italia ad affrontare le sfide poste dalla pandemia di Coronavirus sia sul breve che sul lungo periodo”. Un commento positivo è arrivato anche dal commissario per l’Economia, Paolo Gentiloni: “Ottimi risultati del lavoro di Ferreira”, ha sottolineato su Twitter.