Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina NATO Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Farm to Fork, gli eurodeputati chiedono più ambizione per il comparto della pesca

Farm to Fork, gli eurodeputati chiedono più ambizione per il comparto della pesca

Adottato il parere della commissione per la Pesca del Parlamento europeo sulla strategia della filiera agroalimentare. Disappunto per la scarsa importanza attribuita al comparto e richiesta di migliorare il sistema di etichettatura di tutti i prodotti della pesca e dell'acquacoltura a livello europeo per "rafforzare il valore dei prodotti sostenibili e i diritti dei consumatori"

Adottato il parere della commissione per la Pesca del Parlamento europeo sulla strategia della filiera agroalimentare. Disappunto per la scarsa importanza attribuita al comparto e richiesta di migliorare il sistema di etichettatura di tutti i prodotti della pesca e dell'acquacoltura a livello europeo per "rafforzare il valore dei prodotti sostenibili e i diritti dei consumatori"
L'accesso agli articoli è riservato agli utenti iscritti o abbonati
ISCRIVITI o ABBONATI
Sei già iscritto o abbonato? Effettua il login

ARTICOLI CORRELATI

I Paradossi della Strategia Farm to Fork
Agricoltura
OPINIONI

I Paradossi della Strategia Farm to Fork

Dobbiamo apportare dei cambiamenti al nostro stile di vita per lasciare alle generazioni future un pianeta in salute. Non c'è dubbio! A tal fine, abbiamo bisogno di una strategia che dia buoni risultati per gli aspetti ambientali, sociali ed economici della sostenibilità. Ancora più importante, abbiamo bisogno di una strategia basata sulla scienza e sull'esperienza
Bruxelles mette in pausa la rotazione delle colture per aumentare la produzione di cereali
Agricoltura

Bruxelles mette in pausa la rotazione delle colture per aumentare la produzione di cereali

Adottata la deroga temporanea alle norme sulla rotazione delle colture e sul mantenimento di elementi non produttivi sui terreni coltivabili per aumentare la capacità produttiva dell'Ue per i cereali destinati ai prodotti alimentari. Bruxelles stima di poter riportare in produzione 1,5 milioni di ettari rispetto ad oggi, gli Stati e gli agricoltori potranno decidere se farvi ricorso