HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Qatargate Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE Hge
RIAPERTURA FONDO 394/81: al via le nuove domande di finanziamento dal 28 ottobre

RIAPERTURA FONDO 394/81: al via le nuove domande di finanziamento dal 28 ottobre

Con la pubblicazione del Comunicato in Gazzetta Ufficiale del 7 agosto 2021 si annuncia la nuova riapertura per le agevolazioni alle imprese per l'avvio di percorsi di internazionalizzazione.

Con una delibera del 27 luglio scorso, il Comitato agevolazioni per l’amministrazione del Fondo 295/73 e del Fondo 394/81 ha disposto la riapertura dello sportello di ricezione da parte di Simest S.p.A. delle domande per l’ottenimento di finanziamento agevolato del Fondo 394/81.

Il Fondo, rifinanziato con risorse provenienti dal PNRR, in particolare dall’Investimento 5 della Componente 2 della Missione 1, favorisce iniziative delle imprese italiane per l’internazionalizzazione l’export. L’apertura dello sportello è previsto dalle ore 9:30 del prossimo 28 ottobre, previa l’attuazione di alcuni provvedimenti.

Come riporta il Comunicato stesso, l’apertura dello sportello è subordinata:

(i) all’adozione dei provvedimenti nazionali di rifinanziamento e disciplina delle relative risorse e alle conseguenti deliberazioni del Comitato agevolazioni recanti termini, modalità e condizioni degli strumenti del Fondo 394 per la realizzazione della Sub-misura in conformità ai requisiti richiesti dal PNRR e dalla decisione europea di approvazione del Piano, anche nella forma di circolari operative ai sensi della normativa relativa al Fondo 394/81.

(ii) al completamento delle collegate implementazioni tecnologiche.

Tra le novità previste dalla Legge di Conversione del Decreto Sostegni Bis risulta confermata la quota di contributo a fondo perduto, prevista nel limite massimo del 25%. Per le operazioni di patrimonializzazione tuttavia tale agevolazione non è più prevista.

Infine, viene rivista la modalità di accesso allo sportello con l’aggiunta dello strumento di “coda virtuale”. Grazie a quest’ultimo, l’impresa che richiede l’agevolazione può mantenere la priorità acquisita nella presentazione della domanda.


Questo contributo è stato pubblicato nell'ambito di "Parliamo di Europa", un progetto lanciato da Eunews per dare spazio, senza pregiudizi, a tutti i suoi lettori e non necessariamente riflette la linea editoriale della testata.