Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina NATO Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Viktor Orbán frena (ancora) sul bando al petrolio russo, lettera a Michel:
Viktor Orban

Viktor Orbán frena (ancora) sul bando al petrolio russo, lettera a Michel: "Nessuna discussione al Vertice UE"

Per il leader ungherese sarebbe controproducente una discussione con gli omologhi europei al vertice del 30-31 maggio, dal momento che le posizioni sono ancora troppo lontane. Budapest chiede garanzie finanziarie per la costruzione di nuovi oleodotti e per riadattare le raffinerie del Paese

Per il leader ungherese sarebbe controproducente una discussione con gli omologhi europei al vertice del 30-31 maggio, dal momento che le posizioni sono ancora troppo lontane. Budapest chiede garanzie finanziarie per la costruzione di nuovi oleodotti e per riadattare le raffinerie del Paese
L'accesso agli articoli è riservato agli utenti iscritti o abbonati
ISCRIVITI o ABBONATI
Sei già iscritto o abbonato? Effettua il login

ARTICOLI CORRELATI

Gas, al Vertice UE i leader discuteranno di un piano di emergenza coordinato in caso di tagli alle forniture dalla Russia
Green Economy

Gas, al Vertice UE i leader discuteranno di un piano di emergenza coordinato in caso di tagli alle forniture dalla Russia

Nella bozza di conclusioni, la richiesta ai governi di preparare con urgenza capitoli dedicati da aggiungere ai piani nazionali di ripresa e resilienza per attuare gli obiettivi del piano 'REPowerEU', con cui Bruxelles intende liberarsi dalla dipendenza dagli idrocarburi russi. I capi di Stato e governo riuniti a Bruxelles il 30 e 31 maggio per un Vertice straordinario dedicato ai temi della difesa e dell'energia nel contesto della guerra in Ucraina
Politica

"Ripotenziare" l'UE, parte la presidenza della Repubblica ceca alla prova della sicurezza energetica dell'Europa

"Contiamo su Praga per la rapida adozione del REPowerEU", il piano da 300 miliardi per affrancare gli Stati membri Ue dalla dipendenza energetica dalla Russia. Von der Leyen a Litomyšl al fianco del primo ministro ceco, Petr Fiala, lancia l'avvio del semestre di Praga e annuncia "a metà luglio" il piano per la riduzione della domanda di energia