Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Invasione russa in Ucraina Coronavirus Recovery plan Conferenza Futuro Allargamento UE
Scordamaglia (Filiera Italia):
Luigi Scordamaglia (Filiera Italia)

Scordamaglia (Filiera Italia): "UE rimandi entrata in vigore nuova Pac. Senza un Recovery Fund per la guerra a rischio unità europea"

INTERVISTA al consigliere delegato di Filiera Italia, che evoca la necessità di un "Energy Fund" sulla scia del Next Generation Eu per sostenere anche il comparto agroalimentare dalla crisi in Ucraina, gravato dall'aumento dei prezzi delle materie prime e dell'energia

INTERVISTA al consigliere delegato di Filiera Italia, che evoca la necessità di un "Energy Fund" sulla scia del Next Generation Eu per sostenere anche il comparto agroalimentare dalla crisi in Ucraina, gravato dall'aumento dei prezzi delle materie prime e dell'energia
L'accesso agli articoli è riservato agli utenti iscritti o abbonati
ISCRIVITI o ABBONATI
Sei già iscritto o abbonato? Effettua il login

ARTICOLI CORRELATI

Patuanelli a Eunews:
Agricoltura

Patuanelli a Eunews: "Valutiamo il rinvio dell'entrata in vigore della nuova Pac". Ma la Commissione Europea frena

Il ministro delle politiche agricole intervistato dal direttore di Eunews, Lorenzo Robustelli, all'evento "Nuova PAC, quale futuro per l’agroalimentare europeo?" propone il rinvio al 2024 e sottolinea che sarebbe un errore apportare "modifiche strutturali" ai piani strategici. Per sostenere il comparto dalla crisi ucraina evoca un "energy fund" sulla scia del Next Generation Eu
Intesa mancata tra i governi UE sul bando al petrolio russo. I ministri degli Esteri non superano il veto di Orbán
Economia

Intesa mancata tra i governi UE sul bando al petrolio russo. I ministri degli Esteri non superano il veto di Orbán

Dopo ore di confronto al Consiglio Esteri, il sesto pacchetto di sanzioni contro la Russia torna sul tavolo tecnico degli ambasciatori presso l'UE, che cercheranno nei prossimi giorni di superare il 'no' dell'Ungheria. Budapest porta a Bruxelles le sue preoccupazioni sul fare a meno delle forniture di petrolio importato dalla Russia, mentre il ministro degli Esteri ucraino esorta i governi UE all'unità contro il Cremlino