Brexit, nel negoziato

RASSEGNA STAMPA

Commercio, dazi, procedure doganali, fiscalità diretta e indiretta, barriere non tariffarie sono tra gli elementi chiave nel negoziato avviato dall’attivazione dell’articolo 50. Il forte il rischio di un ritorno permanente ai controlli doganali è forte: come deve agire e promuovere le proprie istanze il settore di commercio e logistica? Quali possono essere i nuovi paradigmi di risk assesstment e come si deve sviluppare l’adattamento dei modello di business? Come coniugare inoltre il tema della tracciabilità ed etichettatura delle merci? E come sarà colpito il settore fiscale dal ristabilimento delle frontiere, con nuovi vincoli doganali e barriere non tariffarie, probabilmente le più insidiose?

 

9:00
Accredito e welcome coffee
9:30
Apertura dei lavori:
Lorenzo RobustelliDirettore di Eunews
9:40
L’impatto dell’attivazione dell’articolo 50 sul commercio internazionale 

The view of the U.K.
Ambassador Jill MorrisAmbasciatrice Britannica in Italia

La posizione italiana
Marco Piantini, Consigliere per gli Affari Europei della Presidenza del Consiglio dei Ministri

10:20
Panel discussion 

Moderatore: Crispian Balmer, Chief Correspondent, Italy, Reuters

Speakers:
– Antonio Ferraioli, Vice Presidente Federalimentare, CEO La Doria
– Andrea GoldsteinManaging Director Nomisma
– Giovanni Kessler, Direttore Generale di OLAF (Ufficio Europeo per la lotta anti-frode)
– Mattia Adani, MISE Capo Segreteria tecnica – Sottosegretario On. Ivan Scalfarotto
 Daniel ShillitoPresidente della Camera di Commercio Britannica per l’Italia

12:00
chiusura lavoriBenedetto della VedovaSottosegretario al Ministero per gli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale