Ucraina, il ministro della Difesa Taran al Parlamento UE:
Politica Estera

Ucraina, il ministro della Difesa Taran al Parlamento UE: "L'Occidente dimostri alla Russia che siamo uniti e forti"

L'appello durante un confronto con gli eurodeputati della sottocommissione per la Sicurezza e la difesa. Discussa la questione dell'escalation di tensione sul confine orientale del Paese e il coordinamento tra Kiev e Bruxelles: "Ma non provocate Mosca, cerca solo una giustificazione per armarsi"
Ursula von der Leyen senza sedia all'incontro con Erdogan. Parte male il nuovo dialogo con Ankara ma la colpa è dell'UE
Politica Estera

Ursula von der Leyen senza sedia all'incontro con Erdogan. Parte male il nuovo dialogo con Ankara ma la colpa è dell'UE

L'imbarazzo della presidente della Commissione europea e l'inazione del presidente del Consiglio Charles Michel che non muove un dito per mostrare solidarietà verso l'altra leader. Il portavoce capo dell'Esecutivo: "von der Leyen sorpresa, ma ha preferito dare priorità ai contenuti dell'incontro"
Politica Estera
Vertici UE ad Ankara per tendere la mano a Erdogan. Von der Leyen avverte:
Politica Estera

Vertici UE ad Ankara per tendere la mano a Erdogan. Von der Leyen avverte: "Diritti umani non negoziabili"

I presidenti di Commissione e Consiglio in visita in Turchia per discutere di come rilanciare un dialogo costruttivo. Michel: "Ora alla Turchia cogliere questa opportunità in modo solido e sostenibile". Von der Leyen "molto preoccupata" che Ankara si sia chiamata fuori dalla Convenzione di Istanbul sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne: "Segnale sbagliato"
Green Deal, i Balcani occidentali alla prova della decarbonizzazione nell'anno-chiave
Politica Estera
COVID, ritardi nella consegna di vaccini ai Balcani occidentali. Intanto la Russia usa Sputnik (e la Serbia) come testa di ponte
Politica Estera

COVID, ritardi nella consegna di vaccini ai Balcani occidentali. Intanto la Russia usa Sputnik (e la Serbia) come testa di ponte

Nella regione il meccanismo COVAX è scattato da pochi giorni e ha fornito solo un sesto delle dosi per il primo semestre. Belgrado invece ha differenziato la strategia: ora è tra i migliori al mondo per somministrazioni e può permettersi di vaccinare anche gli abitanti dei Paesi limitrofi. Presto inizierà la produzione del siero russo in loco