App Store Google play

Oneuro, il think tank di eunews, è primo settimanale italiano di approfondimento economico e di politica internazionale, nato con l’obiettivo di alimentare l’informazione e il confronto sui principali temi che riguardano il ruolo dell’Italia in Europa e dell’Europa nel mondo.

Scarica gratuitamente l’app dagli store iTunes e Google Play o leggi la versione online! Potete contattarci all’indirizzo: oneuro[at]eunews.it.

copertina

Numero 100:

La fine dell'era Merkel?

  1. La Germania scopre il populismo

    [di Tonino Bucci] Il successo della giovane formazione dell’AfD (Alternativa per la Germania), nelle recenti elezioni regionali tedesche, decreta la fine del monopolio decennale della Merkel. A dispetto della sua potenza economica, la Germania è in fermento.

  2. I populisti tedeschi sono figli della Merkel

    [di Heiner Flassbeck] Alla radice dell’avanzata del partito di estrema destra AfD c’è l’incapacità della classe dirigente tedesca di ammettere la catastrofe della loro gestione dell’economia tedesca e della crisi dell’euro.

  3. La stagnazione dell’eurozona: diagnosi sbagliata, medicina sbagliata

    [di John Weeks] L’Europa non sta vivendo una “lenta ripresa”. Sta vivendo una stagnazione senza precedenti.

  4. La spesa pubblica che salvò la Germania

    [di Gustavo Piga] Nel 1953 la Germania ricevette una generosissima riduzione del suo debito estero, creando le condizioni per il miracolo economico tedesco. Il paragone con le politiche del debito imposte negli ultimi anni ai paesi dell’Unione rende chiara la dimensione del nostro baratro morale.

  5. Le mille e una setta

    [ di Pierluigi Fagan] In una recente conferenza tenutasi in Cecenia centinaia di dignitari religiosi provenienti da Medio Oriente ed Europa hanno lanciato una sfida all’Arabia Saudita per l’egemonia del sunnismo: un evento che potrebbe avere pesanti ripercussioni anche sul piano geopolitico.

  6. L’economia dell’informazione e la partita del futuro

    [di Andrea Ventura] L’informatizzazione dei processi produttivi, la diffusione della rete, la scoperta di nuovi materiali e la biologia molecolare sembrano incapaci di sostenere un nuovo ciclo di crescita economica. Siamo alla presenza di un temporaneo stallo o queste nuove tecnologie stanno minando il capitalismo come l’abbiamo conosciuto finora?

PageAppOneuroRivisteContainerLeftArrow
PageAppOneuroRivisteContainerLeftArrow