App Store Google play

Oneuro, il think tank di eunews, è primo settimanale italiano di approfondimento economico e di politica internazionale, nato con l’obiettivo di alimentare l’informazione e il confronto sui principali temi che riguardano il ruolo dell’Italia in Europa e dell’Europa nel mondo.

Scarica gratuitamente l’app dagli store iTunes e Google Play o leggi la versione online! Potete contattarci all’indirizzo: oneuro[at]eunews.it.

copertina

Numero 44:

L'accordo

  1. Grecia, un “golpe strisciante” contro il governo di Tsipras

    [di Thomas Fazi] È sempre più chiaro che la troika sta puntando ad un "cambio di regime" in Grecia. Ecco perché Tsipras dovrebbe dichiarare default senza uscire dall'euro, rilanciando la palla nel campo della BCE.

  2. «La Grecia non arretrerà». Intervista a James K. Galbraith

    [di Thomas Fazi] «L'Europa punta a destabilizzare la Grecia, ma i greci non hanno nessuna intenzione di tornare all’ordine politico precedente».

  3. Grecia, tutti gli errori dell’FMI

    [di James K. Galbraith] L'FMI dice che è arrivato il momento per tutti di fare «scelte difficili». Ma la Grecia ha già fatto scelte difficili. Ora tocca ai creditori.

  4. Una via d'uscita per la Grecia

    [di Willem Buiter] Ecco il piano del capo economista di Citigroup per gestire un default della Grecia dentro l'euro.

  5. Rapporto del parlamento ellenico: «Il debito pubblico greco è illegale, illegittimo e odioso»

    «Il Comitato ritiene che la Grecia è stata ed è tuttora vittima di un attacco premeditato e organizzato da parte dell'FMI, della BCE e della Commissione europea. Questa missione violenta, illegale ed immorale aveva un unico obiettivo: spostare il debito privato sulle spalle del settore pubblico».

  6. Tax Anticipation Notes: 
uno strumento alternativo e tempestivo di finanziamento per la Grecia

    [di Robert Perenteau] Attraverso il meccanismo dei "tax anticipation notes", i governi possono recuperare un po’ di controllo sulla loro politica fiscale e creare un percorso per tornare alla piena occupazione. Senza abbandonare l'euro.

  7. «La disuguaglianza fa male alla crescita». Parola del Fondo monetario internazionale

    [di Alessandro Cianci] Un recente studio dell'FMI conferma che livelli di disuguaglianza eccessivi causano instabilità politica ed economica, e rendono più probabile il verificarsi di crisi economiche.

PageAppOneuroRivisteContainerLeftArrow
PageAppOneuroRivisteContainerLeftArrow