App Store Google play

Oneuro, il think tank di eunews, è primo settimanale italiano di approfondimento economico e di politica internazionale, nato con l’obiettivo di alimentare l’informazione e il confronto sui principali temi che riguardano il ruolo dell’Italia in Europa e dell’Europa nel mondo.

Scarica gratuitamente l’app dagli store iTunes e Google Play o leggi la versione online! Potete contattarci all’indirizzo: oneuro[at]eunews.it.

copertina

Numero 60:

Verso un esercito europeo?

  1. Le insidie della difesa comune

    [di Barbara Spinelli] È opinione diffusa che l’Unione debba accelerare i tempi sulla creazione di un esercito europeo. Ma una difesa comune che non metta in discussione le vecchie alleanze con gli Stati Uniti e la NATO rappresenta una minaccia per la pace e per la democrazia.

  2. Si fa presto a dire esercito europeo

    [di Francesca Lacaita] L’accelerazione verso la creazione di un esercito comune rientra nella stessa logica securitaria e di potenza che ha storicamente caratterizzato i rapporti dell’Europa con il resto del mondo, alimentando violenze e ingiustizie.

  3. Il segreto della manovra “espansiva” del governo

    [di Thomas Fazi] Come far passare la riduzione del deficit per una manovra espansiva.

  4. Uscire dall’euro non è la soluzione

    [di Yanis Varoufakis] «Ecco perché ho cambiato idea sull’uscita dall’euro. L’unica soluzione è democratizzare l’Europa dall’interno». Intervista di Alex Sakalis del sito openDemocracy all’ex ministro delle Finanze greco.

  5. La prossima crisi finanziaria è già iniziata?

    [di Paul Mason] Una nuova bolla potrebbe scoppiare da un momento all’altro. Con conseguenze – anche geopolitiche – molto serie.

  6. Il girotondo di dollari che ha condotto alla crisi

    [di Maurizio Sgroi] Le banche europee hanno giocato un ruolo cruciale nel girotondo di dollari che ha condotto alla crisi del 2008. Oggi quel girotondo è ripartito, gettando le basi della prossima crisi.

  7. Democrazia europea: se non ora quando?

    [di Roberto Musacchio] Le proposte di riforme della governance europea “dall’alto” si inseriscono nello stesso paradigma tecnocratico e neomercantilista perseguito finora. L’alternativa è una vera democratizzazione dell’Europa, basata sulla rottura del quadro esistente e la realizzazione di un nuovo assetto a base parlamentare.

  8. Il secolo di tutti e di nessuno

    [di Pierluigi Fagan] Termini come “globalizzazione” e “libero mercato” occultano una realtà internazionale ancora saldamente dominata dagli Stati Uniti. Per questo è interesse di tutte le nazioni battersi per un potere planetario diffuso ed auto-organizzato.

PageAppOneuroRivisteContainerLeftArrow
PageAppOneuroRivisteContainerLeftArrow