App Store Google play

Oneuro, il think tank di eunews, è primo settimanale italiano di approfondimento economico e di politica internazionale, nato con l’obiettivo di alimentare l’informazione e il confronto sui principali temi che riguardano il ruolo dell’Italia in Europa e dell’Europa nel mondo.

Scarica gratuitamente l’app dagli store iTunes e Google Play o leggi la versione online! Potete contattarci all’indirizzo: oneuro[at]eunews.it.

copertina

Numero 78:

  1. La sinistra e l’euro

    [di Thomas Fazi e Guido Iodice] Per salvare l'Europa serve "meno Europa". Un estratto dal libro di Thomas Fazi e Guido Iodice, “La battaglia contro l’Europa”.

  2. Il regalo di Draghi alle multinazionali

    [di Thomas Fazi] La BCE si appresta a comprare i titoli della grandi imprese del continente. L’ennesima redistribuzione di ricchezza dal basso verso l’alto.

  3. Strage di Bruxelles, il fallimento della politica

    [di Alberto Negri] Sono oltre 35 anni che le potenze occidentali si appoggiano a quelle arabe del Golfo che utilizzano, armano e finanziano l’estremismo islamico, per scaricarlo quando non serve più. Questo spiega pure quanto accade sul fronte interno europeo.

  4. Firmando l’accordo con la Turchia, la UE si è venduta l’anima

    [di Wolfgang Münchau] Il recente accordo UE-Turchia è non solo immorale ma anche pericoloso e inutile. La frammentazione di Schengen non si arresterà, e sarà il primo passo verso lo smantellamento della UE.

  5. Ecco perché l’accordo UE-Turchia è illegittimo

    [di Duccio Facchini] Il patto con Ankara spiana la strada ad un’autentica deportazione forzata di massa, in aperta violazione del diritto internazionale e delle libertà fondamentali.

  6. L’altra faccia delle sofferenze bancarie italiane: i debiti delle imprese

    [di Maurizio Sgroi] 230 miliardi: è la montagna di debito che grava sulle imprese italiane. Tanto le banche dovrebbero liberarsi di questi crediti incagliati quanto le aziende di questi debiti. Il problema è che nessuno sa come fare.

  7. Antonio Fazio: «Aveva ragione Varoufakis»

    [di Carlo Clericetti] L’ex governatore della Banca d’Italia attacca la politica Berlino-dipendente imposta all’Europa: «A seguito delle politiche di austerità suggerite dalla Commissione il nostro rapporto debito-PIL è passato dal 100 al 130%. O è sbagliata la diagnosi o è sbagliata la medicina».

  8. La giusta versione del quantitative easing for the people

    [di Christian Marazzi] Esiste in Europa la forza politica “di movimento” per orientare una svolta monetaria nella direzione di una reale redistribuzione della liquidità per ridurre le disuguaglianze?

PageAppOneuroRivisteContainerLeftArrow
PageAppOneuroRivisteContainerLeftArrow