L’agenda europea della settimana

agenda

 

E’ il momento delle decisioni e del coraggio. La settimana europea pone l’UE davanti a un bivio e di fronte alla proprie responsabilità. La Commissione europea presenta il nuovo patto per l’immigrazione, volto a superare le attuali regole che scaricano ai Paesi di primo ingresso il grosso delle attività di accoglienza e gestione. Un dossier politicamente sensibile su cui i leader avranno modo di fare le prime riflessioni.

A Bruxelles i capi di Stato e di governo degli Stati membri si ritrovano per discutere delle spinose questioni di politica estera, con Russia e Bielorussia in primo piano. Ma è anche l’occasione di ripensare insieme le politiche di rilancio industriale.

Nella capitale dell’UE attesi anche ministri. L’agenda prevede le riunione dei consigli Affari esteri, Affari generali e Agricoltura. I ministri responsabili per il Commercio sono invece a Berlino, ospito della presidenza tedesca per una sessione di lavori informale.

Il dossier dell’immigrazione finisce all’attenzione del Parlamento europeo, dove è prevista la presentazione della strategia del team von der Leyen. Ma c’è un altro tema caldo su cui si cimentano gli europarlamentari, vale a dire il meccanismo per la tutela dello Stato di diritto.

NB: l’agenda europea potrebbe subire variazioni e/o modifiche dell’ultimo momento.

Questo articolo è visibile solamente agli abbonati, oppure hai letto più di 5 articoli di Eunews in 30 giorni (paywall), per continuare la lettura, abbonati ora o effettua il login se già abbonato.