Corte UE: “I migranti detenuti al confine serbo-ungherese vanno rilasciati”. Ma nessuno li vuole

print mail facebook twitter

Secondo i giudici di Lussemburgo c’è una privazione di libertà che non può eccedere le quattro settimane e ai richiedenti va concessa libertà di movimento. Ma né Budapest né Belgrado li vogliono sul proprio territorio

TUTTI i post di: Ezio Baldari

Visualizza altri post
LOADING
LASCIA UN TUO COMMENTO