HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
L'italiana Leonardo si aggiudica la prima gara per la difesa Ue

L'italiana Leonardo si aggiudica la prima gara per la difesa Ue

L’ex Finmeccanica si aggiudica la gara con una ricerca sull’integrazione di droni, aerei e marini, in sistemi per la sicurezza marittima

Roma – Si chiama Ocean2020 ed è capitanato dall’italiana Leonardo il progetto più importante che si è aggiudicato il primo bando di gara nel settore della difesa europea, nell’ambito del programma “Preparatory Action on Defence Research”. L’ex Finmeccanica è capofila dell’iniziativa premiata dall’Agenzia europea per la Difesa e che vede coinvolti 42 partner di 15 Paesi europei. Il progetto riguarda l’integrazione di piattaforme senza pilota nelle missioni di sorveglianza e interdizione marittima

Ocean2020 consentirà di integrare mezzi senza equipaggio di diverso tipo – sia aerei (ad ala fissa e rotante) sia marini (di superficie e subacquee) – con il centro di comando e controllo delle unità navali, prevedendo lo scambio dati via satellite con centri di comando e controllo a terra. La sperimentazione porterà a due dimostrazioni reali di operazioni. La prima dimostrazione è pianificata nel 2019, nel Mediterraneo. Sarà coordinata dalla Marina militare italiana e vedrà impiegati elicotteri senza pilota operare da unità navali italiane e cooperare con i sistemi di altri partner europei. La seconda dimostrazione, prevista per il 2020 nel Baltico, sarà coordinata dalla Marina Militare svedese. Le informazioni e i dati ottenuti dai diversi sistemi nell’ambito di queste due dimostrazioni verranno elaborati ed inviati ad un prototipo di centro di comando e controllo europeo a Bruxelles.

La soddisfazione dell’azienda capofila del progetto – che dopo la notizia ha segnato anche un balzo positivo in borsa – è nelle parole dell’amministratore delegato Alessandro Profumo: “Siamo particolarmente lieti di questo risultato per la valenza strategica e tecnologico-operativa che riveste il programma Ocean2020”. Secondo il manager, il “successo è stato possibile grazie all’intensa e concreta collaborazione messa in campo dai 42 partner del team che abbiamo l’orgoglio di guidare”.

ARTICOLI CORRELATI