Il Tribunale Ue annulla le sanzioni contro un eurodeputato sessista e razzista

print mail facebook twitter single-g-share

“Diritto alla libertà d’espressione”. Il deputato polacco aveva affermato in Aula che le donne sono “più deboli, più piccole e meno intelligenti” e che i migranti sono “spazzatura umana che non ha voglia di lavorare”

TUTTI i post di: Caterina Tani

Visualizza altri post
LOADING
LASCIA UN TUO COMMENTO