HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Via libera UE alla creazione di una joint venture tra Eni Rewind e CDP Equity

Via libera UE alla creazione di una joint venture tra Eni Rewind e CDP Equity

Sarà attiva in Italia nel trattamento dei rifiuti differenziati non pericolosi e, in particolare, dei rifiuti solidi urbani organici

Bruxelles – La Commissione europea ha approvato, ai sensi del regolamento UE sulle concentrazioni, la creazione di una joint venture denominata CircularIT SpA tra Eni Rewind SpA, controllata da Eni SpA, e da CDP Equity SpA, controllata da Cassa Depositi e Prestiti Group (“CDP”).

CircularIT sarà attiva in Italia nel trattamento dei rifiuti differenziati non pericolosi e, in particolare, dei rifiuti solidi urbani organici, nonché nella fornitura di basi rinnovabili da utilizzare per la produzione di carburanti per autotrazione e olio di bunker marittimo. Sia Eni sia CDP sono attivi nella catena del valore per il trattamento della frazione organica dei rifiuti solidi urbani e la sua trasformazione in bio-olio e acqua.

La Commissione ha concluso che l’operazione proposta non solleva problemi di concorrenza, date le sovrapposizioni orizzontali molto limitate e le relazioni verticali tra le attività delle società.

Stretta Ue sugli imballaggi, la Commissione propone obiettivi di riuso per ridurre i rifiuti e rassicura l'Italia:
Economia

Stretta Ue sugli imballaggi, la Commissione propone obiettivi di riuso per ridurre i rifiuti e rassicura l'Italia: "Molto è stato fatto, ma vogliamo di più"

Nel quadro del pacchetto sull'economia circolare, la Commissione propone la controversa revisione della direttiva imballaggi che ha destato preoccupazione in Italia. Il vice presidente Timmermans in italiano chiarisce che “nessuno vuole mettere fine alle pratiche di riciclo che funzionano bene o mettere in pericolo gli investimenti”