HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Michel a Putin: I rapporti UE-Russia non sono buoni, dovete rispettare i diritti umani
Charles Michel, presidente del Consiglio europeo

Michel a Putin: I rapporti UE-Russia non sono buoni, dovete rispettare i diritti umani

In una telefonata il presidente del Consiglio europeo chiede al presidente russo il rispetto degli accordi di Minsk, lo stop agli attacchi informatici e trasparenza sulla vicenda Navalny

Bruxelles – In vista della riunione del Consiglio europeo del 25 e 26 marzo, c’è stata oggi (22 marzo) una telefonata tra il presidente del Consiglio europeo Charles Michel e il presidente della Federazione russa Vladimir Putin sulle relazioni bilaterali.

Una nota di Bruxelles spiega che Michel “ha espresso l’opinione che i legami UE-Russia siano a un punto basso” e che “vi è disaccordo in molte aree”.

Dal punto di vista dell’UE, ha spiegato Michel a Putin,  le relazioni con la Russia “possono prendere una direzione diversa solo se si registrano progressi costanti su questioni come l’attuazione degli accordi di Minsk, l’arresto degli attacchi ibridi e informatici agli Stati membri e il rispetto dei diritti umani”. In questo contesto l’ex premier belga ha sollevato il caso di Alexey Navalny, “ribadendo l’appello dell’UE alle autorità russe di rilasciarlo e di procedere con un’indagine trasparente sull’attentato a lui”

I due presidenti hanno anche affrontato la questione COVID e vaccini, e a quanto si apprende anche in particolare dell’esame che l’Agenzia europea del farmaco sta conducendo sul siero Sputnik.

Transizione energetica e sicurezza alimentare, per von der Leyen
Politica Estera

Transizione energetica e sicurezza alimentare, per von der Leyen "la partnership con l'Africa è più importante che mai"

A Bruxelles l'incontro con il presidente della Commissione dell'Unione Africana, Moussa Faki Mahamat: pronti 4,5 miliardi per l'assistenza alimentare e una nuova task force congiunta sui fertilizzanti. Si è parlato anche di crisi energetica, per von der Leyen "l'Africa potrebbe diventare il maggior esportatore di energia pulita al mondo"