HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Parlamento Europeo Giovani, sabato 24 aprile al via la prima sessione

Parlamento Europeo Giovani, sabato 24 aprile al via la prima sessione

Un network internazionale con 30.000 partecipanti dislocati in tutta Europa che si occupa di promuovere iniziative di peer-to-peer education con l’obiettivo di favorire la cittadinanza attiva, il dibattito interculturale e il dialogo tra giovani e istituzioni

Milano – La cerimonia d’apertura della prima Sessione Internazionale digitale del Parlamento Europeo Giovani si terrà il 24 aprile dalle 10.00 alle 12.00 e rappresenterà il momento di partenza di una dieci giorni di lavori che coinvolgerà più di duecento partecipanti da quaranta paesi diversi in tutta Europa.

Il Parlamento Europeo Giovani è un network internazionale con 30.000 partecipanti dislocati in tutta Europa che si occupa di promuovere iniziative di peer-to-peer education con
l’obiettivo di favorire la cittadinanza attiva, il dibattito interculturale e il dialogo tra giovani e istituzioni.

Alla cerimonia interverranno, come keynote speakers:  Alessandro Profumo, CEO Leonardo,  Silvia Candiani, CEO Microsoft Italia, Giuseppe Falco, CEO Boston Consulting Group Italia, Grecia, Turchia e Israele,  ed è atteso anche Virginijus Sinkevicius, commissario europeo per l’Ambiente.

L’obiettivo dell’evento è quello di introdurre e inquadrare il tema della sessione internazionale: “Sostenibilità circolare: ripensare il presente, dare forma al futuro”. Sponsor e partner
avranno l’occasione di presentare non solo il loro ruolo nella realizzazione dell’evento, ma soprattutto il loro ruolo nella trasformazione sostenibile del panorama mondiale.

Si darà inoltre il via ai lavori di undici commissioni, composte da giovani ragazzi tra i 16 e i 28 anni, ciascuna dedicata a un obiettivo di sviluppo sostenibile (SDGs). Le proposte dei
partecipanti saranno inviate ai membri del Parlamento Europeo e della Commissione Europea e contribuiranno alla costruzione di un riscontro giovanile per la Conferenza sul
Futuro dell’Europa.