Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Certificato Covid Recovery plan Elezioni Germania 2021 Coronavirus Brexit SmartEvent
La Commissione Europea sceglie il telelavoro anche per il post pandemia

La Commissione Europea sceglie il telelavoro anche per il post pandemia

L'Esecutivo cerca un nuovo equilibrio tra lavoro in presenza e lavoro a distanza per i suoi funzionari, a cui è stata costretta nell'ultimo anno e mezzo a causa delle restrizioni per il Coronavirus. In autunno un nuovo piano "per cercare di incorporare il telelavoro nei nostri metodi di lavoro anche nell'era post-COVID", conferma un portavoce
L'accesso agli articoli è riservato agli utenti iscritti o abbonati
ISCRIVITI o ABBONATI
Sei già iscritto o abbonato? Effettua il login

ARTICOLI CORRELATI

COVID e green pass europeo, tutte le regole per viaggiare in Europa (SCHEDA)
Cronaca

COVID e green pass europeo, tutte le regole per viaggiare in Europa (SCHEDA)

Dal primo luglio in Unione Europea chi è vaccinato, chi ha un tampone negativo o è guarito dalla malattia circola senza particolari restrizioni grazie al certificato digitale europeo, ma gli Stati hanno regole diverse su quali vaccini riconoscere sul proprio territorio, sul numero delle dosi riconosciuto per poter viaggiare liberamente e sui tempi per fare i tamponi. Una guida in continuo aggiornamento sulle regole Paese per Paese
Covid, Cina rifiuta l'indagine sull'origine della pandemia. Appello dal mondo della scienza:
Cronaca

Covid, Cina rifiuta l'indagine sull'origine della pandemia. Appello dal mondo della scienza: "Cambi idea"

"La partecipazione di Pechino alle indagini è di cruciale importanza per il mondo", scrivono la commissaria europea Mariya Gabriel insieme a scienziati o consiglieri scientifici di Stati Uniti, Australia e Giappone per convincere il governo. La Cina parla di strumentalizzazione politica delle indagini in corso da parte dell'OMS, che invece lamenta la mancanza di dati grezzi nei primi giorni di diffusione del virus a Wuhan
Terza dose Pfizer, decisione EMA attesa a inizio ottobre
Cronaca

Terza dose Pfizer, decisione EMA attesa a inizio ottobre

Da somministrare almeno 6 mesi dopo la seconda dose nelle persone di età superiore a 16 anni. Secondo Marco Cavaleri anche i dati Pfizer sull'uso del vaccino nei bambini di età compresa tra 5 e 11 anni dovrebbero arrivare a ottobre, quelli di Moderna a inizio novembre. L'EMA si prenderà 4 settimane per valutarli