Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Certificato Covid Recovery plan Elezioni Germania 2021 Coronavirus Brexit SmartEvent
L'EIT ha selezionato 23 progetti pilota per innovare l'istruzione superiore europea

L'EIT ha selezionato 23 progetti pilota per innovare l'istruzione superiore europea

L’iniziativa “Innovation Capacity Building for Higher Education”

L’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT) ha annunciato i 23 consorzi vincitori dell’invito pilota a presentare proposte per la nuova iniziativa “Innovation Capacity Building for Higher Education”.

Tale iniziativa vuole sostenere gli Istituti di Istruzione Superiore (IIS) offrendo loro consulenze, coaching e finanziamenti. Sarà anche loro garantito l’accesso all’ecosistema dell’innovazione dell’EIT, la principale rete europea dell’innovazione.

In totale saranno 135 le università e 140 organizzazioni non accademiche, di 32 Paesi, a beneficiare dei finanziamenti a sostegno dell’innovazione che arriveranno fino a 27,5 milioni di euro.

La scelta dei progetti

Sono complessivamente 64 i consorzi – in rappresentanza di quasi 750 organizzazioni di tutta Europa – che hanno presentato domanda per l’invito pilota che si è concluso a maggio 2021.

L’invito a presentare proposte pilota esortava gli Istituti e i partner locali di tutta Europa a elaborare piani d’azione per migliorare la loro capacità imprenditoriale e di innovazione a tutti i livelli istituzionali. Sostenendo tali attività, questa nuova iniziativa dell’EIT punta ad ottenere un impatto sistemico. La finalità è quella di rafforzare gli Istituti coinvolti e promuovere così la crescita sostenibile e l’occupazione in tutta Europa.

Ciascun progetto selezionato potrà ottenere sovvenzioni fino a un massimo di 1,2 milioni di euro e dovrà essere realizzato entro il luglio 2023. Un secondo invito a presentare proposte sarà annunciato alla fine del 2021 per progetti che inizieranno nel 2022.

Mariya Gabriel, commissaria Ue per la cultura e la ricerca, ha dichiarato: “Il ruolo svolto dalle università nello sviluppo e nella crescita degli ecosistemi locali e regionali dell’innovazione è cruciale. Questa nuova iniziativa le aiuterà a rafforzare le proprie capacità imprenditoriali a tutti i livelli e a dispiegare il loro potenziale di innovazione. Mi congratulo con i consorzi selezionati per aver messo sul tavolo idee audaci e promettenti. Ora è giunto il momento di passare all’azione facendole diventare realtà“.

Gli Istituti italiani coinvolti

Dei 23 progetti selezionati, 8 vedranno la partecipazione di 10 enti italiani. Gli istituti prescelti sono l’Università di Pisa, la Scuola Superiore Sant’Anna, la Scuola Normale Superiore, l’Università la Sapienza di Roma, Università Tor Vergata di Roma, Università di Torino, Università di Trento, Università di Sannio, Trentino Innovation Hub – Foundation, Progetto Impresa − Business Innovator.

In particolare, la Scuola Superiore Sant’Anna e la Scuola Normale Superiore saranno partner nel progetto EELISA UNFOLDS insieme ad altre 6 università europee. Invece, l’Università di Pisa sarà partner all’interno del consorzio per il progetto pilota EUAcceL.

“La nostra sfida è di aumentare la capacità imprenditoriale delle nostre Università in modo da tradurre l’innovazione in sviluppo economico e lavoro. Sono certa che, grazie al supporto dell’EIT, i tre atenei toscani selezionati sosterranno la crescita dell’ecosistema di innovazione regionale”. Così l’assessore della regione Toscana all’Università e ricerca, Alessandra Nardini, ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa per il territorio toscano.

Anche la professoressa Monica Barni, presidente dell’organizzazione toscana delle università e della ricerca TOUR4EU, ha espresso il proprio entusiasmo: “E’ motivo di grande soddisfazione sapere che tre dei sette Atenei toscani rappresentati da TOUR4EU siano stati selezionati nell’ambito dell’iniziativa HEI. Mi congratulo con i consorzi selezionati per aver presentato idee audaci e promettenti”.


Questo contributo è stato pubblicato nell'ambito di "Parliamo di Europa", un progetto lanciato da Eunews per dare spazio, senza pregiudizi, a tutti i suoi lettori e non necessariamente riflette la linea editoriale della testata.
I primi 80 anni del Manifesto di Ventotene
Cultura
IL CONTRIBUTO

I primi 80 anni del Manifesto di Ventotene

Nell’estate del 1941, mentre l’armata tedesca dilagava nell’Unione Sovietica, tre uomini, confinati sulla piccola isola italiana, Altiero Spinelli, Ernesto Rossi, Eugenio Colorni, solitari combattenti contro la dittatura del Duce, raccolgono in un programma di azione le riflessioni sul futuro di quell’Europa del dopoguerra