HOT TOPICS  / Hge Invasione russa in Ucraina Unione della Salute Coronavirus Recovery plan Energia Allargamento UE
Le tensioni ucraine colpiscono le Borse. Mentre il rublo precipita

Le tensioni ucraine colpiscono le Borse. Mentre il rublo precipita

Gentiloni: "Ci auguriamo che la diplomazia ottenga i risultati che sta cercando. Pronti anche ad altre opzioni, ma niente scenari"

Bruxelles – Le tensioni causate dalle minacce russe verso l’Ucraina colpiscono i mercati finanziari, provocando un generale indebolimento delle borse europee ed un costante crollo del valore del rublo.

Nelle Borse merci europee sono in crescita le materie prime come gas, grano e palladio, che in Europa vengono in gran parte da Russia e Ucraina. In calo invece le Borse valori di Milano, Parigi, Francoforte, Londra, Madrid, con perdite attorno al 3 per cento.

Cede progressivamente anche il rublo, che dopo aver sfondato la sogli psicologica di 80 rubli per dollaro a fine gennaio, oggi è sugli 86/87 per dollaro e circa 90 per l’euro. 

Il cambio euro/dollaro è in discesa a 1,135, mentre lo spread BTP-Bund salta a 170 punti.

La situazione preoccupa in Europa per le possibile ricadute sulla crescita. “Ci auguriamo che la diplomazia ottenga i risultati che sta cercando”, afferma il commissario per l’Economia, Paolo Gentiloni, parlando ai giornalisti a margine dei lavori d’Aula, riunita a Strasburgo in sessione plenaria. Conferma che accanto alla fiducia per una soluzione diplomatica “lavoriamo anche a sanzioni” e a “soluzioni a cui ci auguriamo di non dover ricorrere”, senza entrare nel merito delle stesse. A eventuali shock energetici non ci si pensa. “E’ inutile fare scenari, bisogna lavorare” per una soluzione.